Quindicinale di informazione e di approfondimento
della Diocesi di Alghero-Bosa

4VENTS esperienza internazionale dei nostri scout

Alghero e Catalogna: Germans

Scritto da Carlo Sini | 27 settembre 2012 | Dialogo culturale
La comunità AGESCI algherese saluta con favore il progetto di collaborazione con i fratelli scout d’oltremare. Lo scoutismo locale si è recentemente aperto al settore internazionale aderendo ad un’importante iniziativa portata avanti dai movimenti scout catalani, che prevede lo scambio non solo di idee e di punti di vista sullo scoutismo, ma anche di esperienze e di attività comuni ai loro e ai nostri ragazzi. Gli scout dei quattro gruppi di Alghero, infatti, riuniti sotto la denominazione di Escoltes i Guies de L’Alguer – AGESCI, sono entrati ufficialmente a far parte del progetto 4vents – Escoltisme i Guiatge insieme alle associazioni scout della Catalogna, delle Baleari e della Comunità Valenciana. Queste associazioni sono espressione di realtà diverse, eppure unite da valori e principi condivisi non solo nell’ambito dello scoutismo, ma anche dall’appartenenza a territori caratterizzati da comuni radici storicoculturali e pertinenti al dominio linguistico del catalano, che hanno intrapreso, ormai da anni, un percorso comune di conoscenza e condivisione. Questo cammino è culminato nella firma di un Protocollo d’Intesa che ha reso ufficiale tale collaborazione: lo scoutismo algherese ha dimostrato di voler valorizzare quel canale di comunicazione privilegiato con la Catalogna, creando un solido legame con Paesi diversi, con tradizioni spesso differenti ma con valori morali e culturali condivisi. Sotto questo punto di vista poi ha offerto la possibilità ai ragazzi di sperimentare questa dimensione scoutistica e sollecitare la conoscenza del catalano, nella sua variante algherese, in una fascia d’età che ha perduto non solo l’uso, ma spesso anche la conoscenza della lingua dei padri.
 
Il progetto prevede inoltre una rivista periodica, L’Ull, che ha l’obiettivo di divulgare e condividere le attività che si svolgono nell’ambito del progetto o a livello delle singole associazioni, rivista che attualmente sta per giungere alla 16° uscita e che ha accolto tra le sue pagine immagini e storie della realtà sociale, culturale e scoutistica algherese. Sempre in tema di pubblicazioni, i diversi movimenti scout stanno raccogliendo canzoni (scout, liturgiche, bans, danze, tradizionali), sia comuni alle tradizioni dei vari territori che tipici delle varie realtà, per inserirle in un unico Canzoniere e metterle a disposizione di tutti i partecipanti. La comunicazione e la visibilità del progetto e di tutte le sue iniziative è garantita anche dalla realizzazione di un sito internet e di una pagina face book, amministrati dai referenti catalani e algheresi. Un aspetto importante e ambizioso della collaborazione è il progetto Rebombori: si propone di fare da tramite e fornire un sostegno economico ai gruppi o singole unità che desiderano fare gemellaggi, al fine di promuovere la conoscenza dei territori e l’arricchimento culturale dei partecipanti, la cui partecipazione avviene attraverso la compilazione di un form, disponibile sul sito del progetto. Le esperienze vissute quest’anno hanno portato a risultati eccellenti dal punto di vista dell’entusiasmo per l’attività del progetto, evidenziando come la diversità non sia mai un ostacolo quando ci si pone verso l’altro in atteggiamento di ascolto e di collaborazione. I più giovani hanno vissuto esperienze significative in cui hanno cucinato, faticato e cantato fianco a fianco con i fratelli catalani: i legami che si sono creati sono ora una base importante su cui costruire un clima di pace e di comunione e senza dubbio costituiscono un trampolino di lancio per questo progetto di collaborazione, le cui potenzialità abbiamo appena iniziato a scoprire e che saranno nelle mani della generazione di domani.