Quindicinale di informazione e di approfondimento
della Diocesi di Alghero-Bosa

Si chiama “Trottolo” il bus scoperto che unisce Alghero con Bosa

Turismo a costi competitivi

Scritto da Alessandro Farina | 11 giugno 2012 | Dialogo locale
Il pullman turistico  (Foto di Francesco Nonnoi)
 
Amata soprattutto dai motociclisti - basta farsi un “giro” sulle pagine internet - la strada AlgheroBosa diventa ora interessante terreno per una iniziativa già sperimentata con successo nella città catalana. Qualche giorno fa infatti è stata inaugurata la seconda linea del Trottolo, un bus scoperto di trentadue posti, dotato di cuffie multilingue, che farà la spola per due corse giornaliere tra Alghero e Bosa. Linea che appunto coprirà il percorso della litoranea che attraversa un incomparabile scenario naturalistico e paesaggistico, senza contare l’ampio ventaglio di profumi della folta e varia vegetazione mediterranea e le “rotte” del volo dei Grifoni nello spazio aereo soprastante. Le corse partiranno dal Calick con fermate al Lido, al Balaguer e alla Speranza. Quindi la sosta a Capo Marrargiu, Bosa Marina e arrivo a Piazza Zanetti, nel cuore della città del Temo, intorno alle dieci e trenta. Cittadina dove i turisti potranno anche decidere di trascorrere la giornata, visto che la seconda corsa riparte alle 17.30 per essere ad Alghero alle 18.35. Mentre da Bosa la partenza del mattino per Alghero è prevista alle 11.40 (arrivo alle 13.05) e la ripartenza verso Bosa alle 15. Il costo è di 9 euro per ciascuna corsa. 
 
Un interessante esperimento turistico tra due cittadine che si affacciano sulla costa centro occidentale sarda, ma anche un messaggio che arriva positivamente dalla imprenditorialità turistica privata, per un futuro di maggiore collaborazione e interscambio. “La nostra amministrazione ha patrocinato questa iniziativa, che riteniamo importante anche come soluzione ai disagi che i passeggeri attraversano per raggiungere Alghero o arrivare a Bosa con le corse del servizio pubblico, legate alle coincidenze con i principali voli dallo scalo di Fertilia al mattino presto ed alla sera tardi” il commento dell’assessore al Turismo Angelina Piu. Senza contare che “Il servizio fa praticamente tappa lungo tutto le cale della costa a Nord di Bosa, permettendo la fruizione di questi splendidi luoghi ai tanti turisti, e le gigantografie sulle fiancante del mezzo riproducono diverse immagini della nostra città, con un indubbio ritorno di immagine”.