Quindicinale di informazione e di approfondimento
della Diocesi di Alghero-Bosa

BOSA Nuova idroambulanza per la CRI

Scritto da Alessandro Farina | 9 marzo 2013 | Dialogo locale
Otto metri di lunghezza, equipaggio fino a quattro operatori, un motore a quattro tempi da duecentocinquanta cavalli. Queste le caratteristiche tecniche della nuova idroambulanza della Croce Rossa, l’unica per ora in Sardegna, che da qualche giorno è operativa nella città del Temo a sostegno delle attività del Comitato Locale di Bosa. Il nuovo e versatile mezzo navale, utile nelle operazioni di soccorso sul fiume ed in mare, ma anche come ausilio per particolari manifestazioni tradizionali o sportive, è stata inaugurata domenica quattro marzo a Bosa Marina e benedetta dal don Franco Oggianu, che da qualche mese guida la parrocchia di Santa Maria Stella Maris. 
 
Alla cerimonia hanno partecipato numerose autorità civili e militari: il sindaco Pierfranco Casula, il comandante della Guardia Costiera Tenente di Vascello Antonio Ventriglia, il responsabile del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Macomer Luca Franchi, il comandante della Polizia Municipale di Bosa Filomena Solinas, il Direttore Generale della Asl 5 Mariano Meloni, oltre ai presidenti dei Comitati provinciali della Croce Rossa di Oristano Luciano Vacca e Nuoro Antonella Citzia. A Bosa per diversi anni era operativa un’altra idroambulanza della Croce Rossa. La nuova unità assicura però maggiore versatilità e velocità, oltre che sicurezza, negli interventi in mare dei volontari del soccorso. “Si tratta di un mezzo indispensabile nelle emergenze in mare, come nel supporto a varie manifestazioni. Un servizio che effettuiamo in stretta collaborazione con la Guardia Costiera” ha spiegato il presidente del Comitato Locale della Croce Rossa di Bosa Salvatore Deriu.