Quindicinale di informazione e di approfondimento
della Diocesi di Alghero-Bosa

Ratzinger e Habermas a confronto

Nuovo Umanesimo tra laici e cattolici?

Scritto da Franco Arcamone | 11 aprile 2013 | Dialogo culturale  
Qual è stata la cifra del pontificato di Benedetto XVI ? A questa domanda ha risposto Sergio Sotgiu (nella foto), professore di Filosofia nel Liceo Scientifico di Alghero, durante la conferenza “Laici e Cattolici verso un nuovo Umanesimo?” tenuta dallo stesso studioso di Filosofia contemporanea. L’iniziativa, tenutasi lo scorso 13 febbraio (sera dell’elezione di Papa Francesco) ha visto la partecipazione del professore Cardi docente e studioso di Letteratura contemporanea. Durante la conferenza è stato analizzato un incontro tra il cardinale Ratzinger (futuro Benedetto XVI), rappresentante del mondo cattolico e Jurgen Habermas, rappresentante del pensiero laico, avvenuto nel Gennaio 2004 a Monaco presso l’Accademia cattolica di Baviera. Da quest’incontro si evince gran parte del modus operandi, dei temi che vengono e verranno trattati poi da papa Benedetto durante il suo pontificato. 
 
 Quali i temi ? Prima di tutto “la necessità di un dialogo”, ma tra chi ? “Tra laici e credenti al fine di affrontare insieme le tremende sfide della pace, della globalizzazione e delle spiazzanti ricadute della ricerca scientifica”. Da quest’ultima affermazione capiamo veramente quanto la realtà vivente, ovvero contemporanea, è resa ancor più problematica dal logorio del tessuto sociale delle società occidentali nelle quali vi è una particolare decadenza dei legami solidaristici. Nella stessa globalizzazione vi sono numerose insidie come quella della perdita dei riferimenti sociali, culturali ed economici. “La rassegnazione che considera l’uomo incapace della verità è il nocciolo della crisi dell’Occidente, dell’ Europa. Se per l’uomo non esiste una verità, egli, in fondo, non può neppure distinguere tra il bene e il male”(papa Benedetto XVI). Attraverso i suoi interventi papa Ratzinger ha voluto ri-costruire e ri-proporre una immagine dell’uomo “in cui tutti possano riconoscersi, una immagine aperta a tutti gli apporti positivi che possono pro-venire tanto dal pensiero laico quanto dalle tradizioni religiose”.
Galleria fotografica